Quando ho iniziato il percorso di MBSR non sapevo bene a cosa sarei andata incontro, sapevo solo che volevo stare bene, che volevo imparare a gestire le mie emozioni e a governare un pò di più questa mente così ingombrante e spesso dannosa quanto una bomba atomica.

Sono state otto settimane di reale, luminoso ed incredibile risveglio a me stessa. Il qui ed ora.

“Siamo vivi, siamo interi e non è affatto scontato” le parole di Carolina, la grande guida che per mano ci ha accompagnati in questo viaggio meraviglioso.

L’MBSR credo sia una medicina potentissima, forse delle più potenti, per riportare luce ed armonia nella vita di chiunque voglia risvegliarsi alla consapevolezza di sé stesso, del momento presente e quindi della vita, quella vera che è solo qui, adesso.

Ho acquisito gli strumenti per accogliere con gentilezza e sincera compassione chi sono, senza giudicarmi, ma semplicemente guardando ed accogliendo, il tutto racchiuso nelle tre speciali parole che mi hanno guidata per tutto il viaggio: “Va bene così”.

E va davvero bene così, ho imparato che io vado bene così, semplicemente.

Certo il lavoro è lungo, ma gli strumenti che la pratica ti dona sono l’antidoto al caos di una mente non governata che impara giorno per giorno a fermarsi, respirare, ascoltare ed accogliere. Impari a stare con le tue emozioni, e fin che non ci provi non ti accorgi di quanto spesso sei fuggito dalla rabbia, dal dolore, dalla tristezza, dalla paura…

La più grande chiave per la gioia e l’armonia è davvero dentro di noi. Ed è assolutamente, meravigliosamente, semplicemente così.

Un luminoso grazie.