Mi chiamo Carolina Traverso, Caro per gli amici. Sono nata in Costa D’Avorio da madre belga e padre Italiano. Sono cresciuta prevalentemente in Italia, ma ho vissuto anche in Iran prima della scuola materna, a Londra dopo l’Università e, sulla strada per tornare a casa, ho attraversato da sola per un anno l’India e il Sud Est Asiatico con uno zaino sulle spalle. Da qualche anno vivo a Milano insieme a Iago, il mio pastore svizzero.Le mie esplorazioni intorno alla meditazione sono iniziate quando avevo diciassette anni, per curiosità, e sono proseguite, dopo i venti, tra Londra e l’Asia. A voler essere sincera, mi sembrava di riuscire a cogliere solo in parte ciò che i miei insegnanti provavano a trasmettermi, ma sentivo che la pratica mi faceva stare bene e questo mi è bastato per farvi ritorno, nel tempo, sempre più spesso.Ho sentito per la prima volta parlare di mindfulness una decina di anni fa, durante un ritiro di yoga a Goa, da una collega svedese che la insegnava. Desiderosa di approfondire, ho scoperto il lavoro di Jon Kabat-Zinn, me ne sono innamorata per il calore umano e il rigore scientifico, e in poco tempo mi sono formata come insegnante di mindfulness.Da allora, sul mio percorso, ho incontrato centinaia di allievi e altrettanti maestri. Poter praticare e insegnare mindfulness, integrandola anche nel mio lavoro di psicoterapeuta, mi fa sentire enormemente fortunata. È un dono immenso di cui non posso più fare a meno.

I benefici della mindfulness secondo Jon Kabat-Zinn

“La meditazione può trasformare le nostre vite e avere un potere di guarigione profondo. Fa questo lavorando sull’interezza dell’organismo, intervenendo sui nostri cromosomi, sulle nostre cellule, sul nostro cervello, e influenza di fatto tutti gli apparati del corpo, incluso il sistema immunitario e come funziona il cervello sotto stress e nelle situazioni difficili, come regoliamo…

Mindful Reminder: consuma bene i tuoi respiri

Quanti respiri abbiamo oggi da respirare? E per il resto della nostra vita? Quanti? Ve lo siete mai chiesti? In realtà non possiamo saperlo, ma una certezza c’è: è un numero limitato. Indipendentemente dall’età, dalla condizione sociale, dallo stato di salute o malattia, ci resta solo un certo numero di respiri da fare. Quindi, oggi,…

Come Papa Francesco pratica mindfulness

Cosa hanno in comune Papa Francesco e la mindfulness? Una pratica chiamata examen, già coltivata da Sant’Ignazio da Loyola nel XVI secolo e di cui Chris Lowney, un tempo seminarista gesuita e ora managing director presso JP Morgan, ha scritto questa settimana sulla Harvard Business Review. Considerate l’examen alla stregua di un pit-stop mentale, per…

Primavera

“Puoi raccogliere tutti i fiori del mondo, ma non fermerai mai la primavera” ~ Anonimo C’è qualcosa di magico nella meditazione. Un sentimento di profonda leggerezza che per quanto ne so non trova eguali in nessun’altra esperienza se non forse quella di un grande amore, di quelli che sai che ti trasformeranno e questo è ciò che…

Respirate, vi farà bene

Ancora una volta una giornata piena di cose da fare? Così tante che state già pensando alla successiva? Respirate, vi aiuterà a lasciare andare la tensione. Respirate, vi riporterà al presente. Respirate, vi aiuterà a ritrovare il vostro centro. Respirate, vi rinfrescherà le idee. Respirate, vi ricorderà che siete vivi. E che la vera vita è…