Mi chiamo Carolina Traverso, Caro per gli amici. Sono nata in Costa D’Avorio da madre belga e padre Italiano. Sono cresciuta prevalentemente in Italia, ma ho vissuto anche in Iran prima della scuola materna, a Londra dopo l’Università e, sulla strada per tornare a casa, ho attraversato da sola per un anno l’India e il Sud Est Asiatico con uno zaino sulle spalle. Da qualche anno vivo a Milano insieme a Iago, il mio pastore svizzero.Le mie esplorazioni intorno alla meditazione sono iniziate quando avevo diciassette anni, per curiosità, e sono proseguite, dopo i venti, tra Londra e l’Asia. A voler essere sincera, mi sembrava di riuscire a cogliere solo in parte ciò che i miei insegnanti provavano a trasmettermi, ma sentivo che la pratica mi faceva stare bene e questo mi è bastato per farvi ritorno, nel tempo, sempre più spesso.Ho sentito per la prima volta parlare di mindfulness una decina di anni fa, durante un ritiro di yoga a Goa, da una collega svedese che la insegnava. Desiderosa di approfondire, ho scoperto il lavoro di Jon Kabat-Zinn, me ne sono innamorata per il calore umano e il rigore scientifico, e in poco tempo mi sono formata come insegnante di mindfulness.Da allora, sul mio percorso, ho incontrato centinaia di allievi e altrettanti maestri. Poter praticare e insegnare mindfulness, integrandola anche nel mio lavoro di psicoterapeuta, mi fa sentire enormemente fortunata. È un dono immenso di cui non posso più fare a meno.

Come trascorriamo i nostri momenti

“Il fondamento della felicità è la consapevolezza. La condizione essenziale per essere felici è la coscienza di esserlo. Se non siamo consapevoli di essere felici, non lo siamo veramente. Quando abbiamo il mal di denti, sappiamo che non averlo è una cosa magnifica. Però, quando non abbiamo il mal di denti, ancora non siamo felici.…

ROBERTA C.: “Va bene così”

Quando ho iniziato il percorso di MBSR non sapevo bene a cosa sarei andata incontro, sapevo solo che volevo stare bene, che volevo imparare a gestire le mie emozioni e a governare un pò di più questa mente così ingombrante e spesso dannosa quanto una bomba atomica. Sono state otto settimane di reale, luminoso ed…

Splendido, così come è

“Mindfulness è il processo di notare attivamente cose nuove” ~ Ellen Langer, intervistata dalla Harvard Business Review, marzo 2014 Non so se ve ne siete accorti, ma quando si tratta del momento presente la nostra tendenza è di essere tutto fuorché minimalisti. Tendiamo cioè ad aggiungere e sovrapporre, a ciò che sta accadendo ora, un insieme di…

Sopravvivere alla fine del quadrimestre: 10 suggerimenti di mindfulness per ragazzi e ragazze più o meno stressati, di Manuela Pini

La scuola è appena ripresa dopo la sospensione per le vacanze natalizie e già ci attendono giorni impegnativi. Tra poco finirà il primo quadrimestre e si profilano giornate all’insegna di interrogazioni, verifiche e temi in classe. Le care vecchie pagelle, o “Documento di valutazione” se volete usare il loro nuovo nome altisonante, incutono sempre un…