Mi chiamo Carolina Traverso, Caro per gli amici. Sono nata in Costa D’Avorio da madre belga e padre Italiano. Sono cresciuta prevalentemente in Italia, ma ho vissuto anche in Iran prima della scuola materna, a Londra dopo l’Università e, sulla strada per tornare a casa, ho attraversato da sola per un anno l’India e il Sud Est Asiatico con uno zaino sulle spalle. Da qualche anno vivo a Milano insieme a Iago, il mio pastore svizzero.Le mie esplorazioni intorno alla meditazione sono iniziate quando avevo diciassette anni, per curiosità, e sono proseguite, dopo i venti, tra Londra e l’Asia. A voler essere sincera, mi sembrava di riuscire a cogliere solo in parte ciò che i miei insegnanti provavano a trasmettermi, ma sentivo che la pratica mi faceva stare bene e questo mi è bastato per farvi ritorno, nel tempo, sempre più spesso.Ho sentito per la prima volta parlare di mindfulness una decina di anni fa, durante un ritiro di yoga a Goa, da una collega svedese che la insegnava. Desiderosa di approfondire, ho scoperto il lavoro di Jon Kabat-Zinn, me ne sono innamorata per il calore umano e il rigore scientifico, e in poco tempo mi sono formata come insegnante di mindfulness.Da allora, sul mio percorso, ho incontrato centinaia di allievi e altrettanti maestri. Poter praticare e insegnare mindfulness, integrandola anche nel mio lavoro di psicoterapeuta, mi fa sentire enormemente fortunata. È un dono immenso di cui non posso più fare a meno.

Esplorare le intenzioni: una pratica mindfulness per iniziare insieme l’anno scolastico, di Manuela Pini

“La cosa principale che gli studenti devono sapere non è cosa pensare, ma come pensare per affrontare nuove sfide e risolvere nuovi problemi.” ~ Amanda Lang  (2012) The Power of Why, Collins Per gli insegnanti, il primo settembre è il grande giorno. È il giorno del primo collegio docenti dell’anno, il giorno in cui si rivedono i colleghi…

L’arte di coltivare l’equilibrio

Osservare e fare, afferrare e lasciare andare, stare con i piedi per terra e osare visioni che potrebbero trasformare il mondo. La vita è l’arte di coltivare l’equilibrio. Smettere di resistere, non aggrapparsi ai propri preconcetti, lasciare andare le aspettative in favore della possibilità di coltivare le proprie intenzioni e connetterci con lo svolgersi della…

ROSSANA LOCATELLI e la semplicità

Sono una persona che solitamente si esprime attraverso molte parole. Questa volta, invece, seguendo il percorso di meditazione che ho intrapreso, mi sento di utilizzarne solo una per esprimere ciò che rappresenta la Mindfulness per me: Semplicità. La Semplicità che Alda Merini decanta in una sua poesia: “La semplicità è mettersi nudi davanti agli altri.…