Mi chiamo Carolina Traverso, Caro per gli amici. Sono nata in Costa D’Avorio da madre belga e padre Italiano. Sono cresciuta prevalentemente in Italia, ma ho vissuto anche in Iran prima della scuola materna, a Londra dopo l’Università e, sulla strada per tornare a casa, ho attraversato da sola per un anno l’India e il Sud Est Asiatico con uno zaino sulle spalle. Da qualche anno vivo a Milano insieme a Iago, il mio pastore svizzero.Le mie esplorazioni intorno alla meditazione sono iniziate quando avevo diciassette anni, per curiosità, e sono proseguite, dopo i venti, tra Londra e l’Asia. A voler essere sincera, mi sembrava di riuscire a cogliere solo in parte ciò che i miei insegnanti provavano a trasmettermi, ma sentivo che la pratica mi faceva stare bene e questo mi è bastato per farvi ritorno, nel tempo, sempre più spesso.Ho sentito per la prima volta parlare di mindfulness una decina di anni fa, durante un ritiro di yoga a Goa, da una collega svedese che la insegnava. Desiderosa di approfondire, ho scoperto il lavoro di Jon Kabat-Zinn, me ne sono innamorata per il calore umano e il rigore scientifico, e in poco tempo mi sono formata come insegnante di mindfulness.Da allora, sul mio percorso, ho incontrato centinaia di allievi e altrettanti maestri. Poter praticare e insegnare mindfulness, integrandola anche nel mio lavoro di psicoterapeuta, mi fa sentire enormemente fortunata. È un dono immenso di cui non posso più fare a meno.

Lavate i piatti consapevolmente

https://www.youtube.com/watch?v=1gB6AaJdfN0 Buon giorno! Chi di voi mi segue sulla pagina Facebook di Semplicemente Mindfulness, o su Twitter, sa che da qualche tempo mi sto divertendo con la possibilità di comunicare con voi in video. Oggi siamo al terzo esperimento, e vi confesso che non vedo l’ora di condividerlo, perché la pratica di questa settimana sfida uno…

Un video di mindfulness, e una sfida: gentilezza amorevole verso chi non conosci

https://youtu.be/WCYV-yc8lw4 Buon giorno!  Lunedì scorso ho pensato di comunicare con voi via video, che ho poi condiviso sulla pagina Facebook e su Twitter, lanciando una sfida di mindfulness che riguarda la pratica delle gentilezza amorevole, applicata alla sfera della vita quotidiana. La pratica della gentilezza amorevole, che attraversa in modo implicito tutta la mindfulness ma che…

Mindfulness, pazienza e cambiamento

A volte mi piace aprire i libri di autori che amo a pagine a caso. L’altro giorno l’ho fatto con “Praticare la pace in tempo di guerra”, della meravigliosa Pema Chödrön, che a pagina 26 regala: “Ma ci vuole pazienza anche per essere abbastanza curiosi da osservare, da riflettere su di sé. E quando capite…

Lino Causarano è vivo e intero!

Per vedere i risultati del programma MBSR ci vogliono tre ingredienti: un bravo insegnante (e Carolina lo è), una sufficiente motivazione interiore, e la fiducia di ancorarci al respiro lasciando essere e lasciando andare con gentilezza e compassione tutto ciò che transita per la nostra mente. Personalmente ho smussato parecchie spigolature presenti nel mio carattere, sviluppando…