Mi chiamo Carolina Traverso, Caro per gli amici. Sono nata in Costa D’Avorio da madre belga e padre Italiano. Sono cresciuta prevalentemente in Italia, ma ho vissuto anche in Iran prima della scuola materna, a Londra dopo l’Università e, sulla strada per tornare a casa, ho attraversato da sola per un anno l’India e il Sud Est Asiatico con uno zaino sulle spalle. Da qualche anno lavoro e amo a Milano insieme a Iago, il mio pastore svizzero. Le mie esplorazioni intorno alla meditazione sono iniziate quando avevo diciassette anni, per curiosità, e sono proseguite, dopo i venti, tra Londra e l’Asia. A voler essere sincera, mi sembrava di riuscire a cogliere solo in parte ciò che i miei insegnanti provavano a trasmettermi, ma sentivo che la pratica mi faceva stare bene e questo mi è bastato per farvi ritorno, nel tempo, sempre più spesso. Ho sentito per la prima volta parlare di mindfulness una decina di anni fa, durante un ritiro di yoga a Goa, da una collega svedese che la insegnava. Desiderosa di approfondire, ho scoperto il lavoro di Jon Kabat-Zinn, me ne sono innamorata per il calore umano e il rigore scientifico, e in poco tempo mi sono formata come insegnante di mindfulness. Da allora, sul mio percorso, ho incontrato centinaia di allievi e altrettanti maestri. Poter praticare e insegnare mindfulness, integrandola anche nel mio lavoro di psicoterapeuta, mi fa sentire enormemente fortunata. È un dono immenso di cui non posso più fare a meno.

Pratica di gentilezza amorevole

  Forse alcuni di voi hanno già sentito parlare della pratica della gentilezza amorevole o Metta (nella lingua pali parlata da Buddha). La gentilezza amorevole è una qualità che permea tutta la pratica della mindfulness, con il suo invito a coltivare la sospensione del giudizio, la curiosità, la pazienza e con l’esercizio che la meditazione…

Accettare per cambiare

L’altro giorno riflettevo sul fatto che, quando si parla di accettazione, le persone si dividono in tre categorie. La prima è quella del: “Ma che, sei matta?”. Se appartieni a questa categoria, sei convinto che accettare significhi subire, far finta di niente, essere passivi. L’equivalente del farti investire da una moto in corsa senza nemmeno…

Liberati dai pensieri inutili

Fra pochi giorni inizieranno, in Semplicemente Spazio, dopo l’Open Day di sabato, le presentazioni del programma MBSR (Mindfulness Based Stress Reduction). Anche se molto lavoro resta ancora da fare per diffondere questo approccio alla vita che ti cambia la vita, la mindfulness, dopo essere letteralmente esplosa nel mondo anglosassone è sempre più conosciuta anche qui…

E’ davvero una questione di lentezza?

Da quando pratico mindfulness, ho spesso sentito l’invito a rallentare come se essere pienamente nelle nostre vite, starci con saggezza e compassione, fosse una questione di lentezza. Eppure, mi è capitato più volte di notare, sia in me stessa che negli altri, che si può essere molto lenti e piuttosto assenti, a volte così persi nelle proprie rimuginazioni da…

Meditare ti aiuta a stare meglio al lavoro

  Alza la mano se, avendo ripreso la tua routine lavorativa, questa mattina, una parte di te, aprendo gli occhi e pensando alla giornata in ufficio, ha detto: “Noo!!”. A parte che ci tengo a rassicurarti che non sei solo – o sola- questa constatazione mi porta a parlarti ancora una volta di equanimità, cioè della…