Mi chiamo Carolina Traverso, Caro per gli amici. Sono nata in Costa D’Avorio da madre belga e padre Italiano. Sono cresciuta prevalentemente in Italia, ma ho vissuto anche in Iran prima della scuola materna, a Londra dopo l’Università e, sulla strada per tornare a casa, ho attraversato da sola per un anno l’India e il Sud Est Asiatico con uno zaino sulle spalle. Da qualche anno lavoro e amo a Milano insieme a Iago, il mio pastore svizzero. Le mie esplorazioni intorno alla meditazione sono iniziate quando avevo diciassette anni, per curiosità, e sono proseguite, dopo i venti, tra Londra e l’Asia. A voler essere sincera, mi sembrava di riuscire a cogliere solo in parte ciò che i miei insegnanti provavano a trasmettermi, ma sentivo che la pratica mi faceva stare bene e questo mi è bastato per farvi ritorno, nel tempo, sempre più spesso. Ho sentito per la prima volta parlare di mindfulness una decina di anni fa, durante un ritiro di yoga a Goa, da una collega svedese che la insegnava. Desiderosa di approfondire, ho scoperto il lavoro di Jon Kabat-Zinn, me ne sono innamorata per il calore umano e il rigore scientifico, e in poco tempo mi sono formata come insegnante di mindfulness. Da allora, sul mio percorso, ho incontrato centinaia di allievi e altrettanti maestri. Poter praticare e insegnare mindfulness, integrandola anche nel mio lavoro di psicoterapeuta, mi fa sentire enormemente fortunata. È un dono immenso di cui non posso più fare a meno.

Cos'è il body-scan e perchè praticarlo

Body-Scan, cos’è e perchè ti fa bene

Breve storia dei miei body-scan Ho trovato i miei primi body-scan difficilissimi. Se mi volete autentica, ma davvero sincera senza filtro: li ho detestati. Alternavo momenti in cui mi sembrava che qualcuno mi inchiodasse al terreno, ad altri in cui commentavo la voce di chi li conduceva trovandola francamente un po’ fastidiosa. Con il trascorrere…

La pazienza è come un paio di scarpe

Il verbo restare non è all’infinito

La pazienza implica il desiderio di essere vivi “Quando finirà tutto questo?”. Non lo so. Nessuno di noi può saperlo. Ma so, e di questo sono certa, che in questo momento ci serve pazienza. Tanta. E pensandoci mi vengono in mente le parole di Pema Chödrön, che nel suo libro “Start Where You Are” (“Parti…

La consapevolezza che salva l’amore

L’amore è un po’ come un crinale L’associazione tra amore e meditazione potrebbe sembrarti stravagante. Cosa c’entra un’esperienza così forte e intensa come l’amore e, soprattutto, così imprescindibile in apparenza dall’essere (almeno) in due, con una persona che decide di trascorrere del tempo da sola, in silenzio, in compagnia di sè stessa? Se ti poni…

Senti il peso del passato?

Lascia andare, di Danna Faulds

Lascia andare i modi in cui  pensavi che si sarebbe svolta la tua vita l’attaccamento ai piani, ai sogni o alle aspettative – lascia andare tutto. Conserva le forze per nuotare con la marea. La scelta di combattere ciò che hai ora di fronte avrà come risultato solo fatica, paura e tentativi disperati di fuggire…

L’amore è complicato, le forme dell’amore

Le forme dell’amore Spesso gli adolescenti, dopo la prima cotta e la prima delusione, giurano e spergiurano che mai  più si innamoreranno. E capita che gli adulti, specialmente nei momenti di tensione, guardino il loro partner con improvviso sconcerto, chiedendosi sinceramente chi gliel’ha fatto fare di condividerci pezzi di vita e di letto. Ma la verità,…