In compagnia della delusione

Quante volte hai vissuto la delusione nella tua vita?

Probabilmente, se vai indietro con la memoria, ti accorgerai che la delusione ti ha sempre fatto compagnia, sin da quando eri piccolo. Magari ricordi le volte in cui ti sei sentito respinto dagli altri bambini, o incompreso dagli adulti. Forse ricordi la morte di un animale o di qualcuno a cui eri legato, o quella volta in cui ti aspettavi di ricevere un regalo che non è arrivato. Forse, volevi una famiglia diversa: con più amore, più attenzione, dei fine settimana in cui i tuoi andassero d’accordo, più soldi a disposizione per fare le cose. Crescendo potresti avere sofferto perché ti sentivi diverso dagli altri, non all’altezza delle loro aspettative, o delle tue. Non abbastanza alto, simpatico, bello, magro, brillante… Magari, oggi, non hai trovato l’ammirazione e il successo che speravi. Magari, in questo momento, non hai il corpo, la mente, la relazione sentimentale o la famiglia che avevi immaginato.

Se ti è capitato di pensare: ‘Credevo che la mia vita sarebbe andata in un modo, ma le cose ora sono diverse…’

Se ti è capitato di pensare: ‘Credevo che la mia vita sarebbe andata in un modo, ma le cose era solo diverse…’ e ti sei sentito solo, o invidioso, o pieno di rimproveri nei confronti di te stesso e degli altri, non disperarti: sei semplicemente umano. Tutti abbiamo visto nella nostra vita l’infrangersi dei nostri desideri, grandi e piccoli.

Ci aspettiamo di arrivare puntuali, ed eccoci imbottigliati nel traffico. Cerchiamo quel localino in riva al mare dove avevamo pranzato l’anno scorso, e scopriamo che era chiuso. Oppure è aperto ma senza Marco, o Giovanna, il cibo manca di sapore. Sogniamo di vivere in città, e appena possiamo scappiamo nella natura. Siamo single e vorremmo un compagno, il compagno lo abbiamo trovato e invidiamo gli amici single. Pensiamo con gioia alla pensione, ma poi ci annoiamo da matti e finisce col mancarci proprio quello stesso lavoro che non vedevamo l’ora di lasciare.

Per non parlare delle relazioni più intime, dove potremmo scoprire che qualcuno a cui tenevamo così tanto non era chi credevamo che fosse, e della relazione con noi stessi, di tutte le volte in cui affrontiamo le cose in modi che poi rimpiangiamo, magari feriamo qualcuno senza volerlo, o sentiamo che in qualche modo non ci siamo comportati in modo coerente con i nostri valori.

Le cose semplicemente durano troppo, o non abbastanza

Le cose semplicemente durano troppo, o non abbastanza, ed eccoci agguantati dal sentimento che non sono come le avevamo immaginate, e quasi ci sentiamo traditi, come se fosse strano, come se non fosse, in fondo, con forme diverse e tempi diversi, un po’ la storia di tutti quanti noi, questo continuo aspettarci, sperare, immaginare e poi vedere che la vita ha fatto altri piani.

Potresti pensare che tutto questo è molto deprimente, ma se cerchiamo di conoscere questa compagna così insistente che è la delusione, potremmo scoprire un modo diverso, più rilassato e potente, di stare con la vita.

Quando ti trovi sospeso…

Questa settimana, quando ti trovi sospeso, in qualche modo in attesa, aspettando cose che non hai, sperando di essere qualcuno che ora non sei, desiderando una vita che ancora deve accadere, dai il benvenuto a questa esperienza: è la delusione, e può insegnarti molte cose. Ma prima di scoprire quali, anche se ti sembra assurdo, provocatorio o persino oltraggioso, ti invito ad accettare la sua presenza nella tua vita, con coraggio, gentilezza e pazienza. In fondo, nessun maestro può fare un buon lavoro, se non lo ascolti.

A presto, Carolina

Carolina Traverso

BIO PROFESSIONALE Carolina è la fondatrice di Semplicemente Mindfulness. Psicologa e psicoterapeuta, si è formata all'insegnamento della mindfulness con Jon...

Twitter