Momento mindfulness: concedetevi di essere dove siete

“Venire a patti con le cose così come sono è la mia definizione di guarigione.” ~ Jon Kabat-Zinn

Potrebbe essere che per alcuni di voi questa settimana sia particolarmente impegnativa e che siate visitati da emozioni talora molto intense e non sempre piacevoli. Siamo fatti così e, anche se a volte ci piacerebbe che le cose fossero diverse, essere vivi non vuol dire essere sempre felici. Vuol dire che a volte anche la tristezza, la paura, la preoccupazione, la rabbia, il senso di colpa o altre emozioni difficili vengono a farci visita.

Oggi, invece di alimentarle attraverso la tendenza della mente a volere avere ragione e cercare colpevoli, e invece di reprimerle stabilendo che c’è qualcosa che non va con voi se sentite quello che sentite, concedetevi di essere esattamente lì dove siete.

Fate uno, due, tre respiri consapevoli, o quanti ve ne servono. Inspirando, portate l’attenzione al cuore, espirando estendete una qualità di amore, gentilezza e compassione verso tutto il vostro essere.

Concedetevi di essere dove siete. Esattamente lì dove siete. La consapevolezza, coltivata in questo modo, da sola trasforma e guarisce.

Buona giornata, e buona pratica.

Carolina Traverso

BIO PROFESSIONALE Carolina è la fondatrice di Semplicemente Mindfulness. Psicologa e psicoterapeuta, si è formata all'insegnamento della mindfulness con Jon...

Twitter