Meditazione sulla gentilezza amorevole

Mettetevi comodi. Se volete, potete dare il benvenuto a voi stessi. Osservate ciò che attraversa il corpo, il cuore e la mente, senza cercare di cambiare nulla. Lasciate semplicemente che l’attenzione si posi sulle sensazioni del respiro, mantenendo una respirazione naturale e spontanea.

Siete vivi e potete affrontare questa vita un respiro alla volta. Siete al sicuro.

Ora, vi invito a essere coraggiosi: liberate la mente, aprite il cuore e contattate la possibilità di un amore immenso. Un po’ come quello della luna, del sole e delle stelle che irradiano la loro luce su tutti gli esseri viventi senza distinzione, liberi da preferenze e pregiudizi. Fate un sorriso e concedetevi di sentirlo questo amore che non chiede nulla in cambio. Ce n’è anche per voi.

Continuando a respirare – essere vivi è una condizione necessaria per la pratica- accogliete questa possibilità di amore incondizionato dentro di voi e ripetete silenziosamente queste frasi:

Possa io essere felice, 

possa io vivere in pace, 

possa io sentire questo amore senza confini in tutte le cellule del mio corpo.

Potete fare questo dono di amore incondizionato anche alle persone a voi vicine e a cui tenete di più, i vostri famigliari, i vostri amici, il vostro partner. Inviate loro il vostro augurio:

Che voi possiate vivere al sicuro,

che voi possiate essere in salute,

che voi possiate vivere felici e in pace,

che voi possiate essere irradiati di questo amore incondizionato.

Continuando a praticare la gentilezza amorevole, potete accogliere nello spazio del cuore anche altre persone, magari i colleghi di lavoro o altri che con le loro azioni forniscono un contributo prezioso alle nostre vite, dal panettiere a chi guida il tram passando per chi ha confezionato i vestiti che indossiamo. Lasciate che queste persone, conosciute e non, vengano a farvi visita e date loro il benvenuto.

Potete includere anche coloro a cui siete grati, chi ci offre sostegno e amore e chi è un punto di riferimento per integrità e saggezza.

Lasciamo che il cerchio di gentilezza amorevole diventi ancora più grande ed estendiamo il nostro augurio di essere al sicuro, di essere in salute, di fare l’esperienza della felicità e di sentirsi in pace a tutta la comunità in cui viviamo e oltre, a tutti gli esseri umani, quelli che abbiamo incontrato e quelli che forse non incontreremo mai, e a tutti gli essere viventi:

Possano tutti gli esseri viventi essere forti e in salute, vivere protetti e al sicuro, essere felici e in pace.

E ricordiamo anche tutti quelli che conosciamo che per ragioni fisiche o emotive stanno attraversando un momento difficile, estendendo anche a loro il nostro augurio e lasciando che si apra ulteriormente a tutte le persone che soffrono, tutti coloro che sono malati, spaventati o soli, o che si sentono confusi o senza speranza. Quelli che hanno perso il lavoro o la casa, quelli che vivono in zone di guerra o dittatura, quelli che soffrono la fame o la schiavitù:

Che tutti noi si possa essere al sicuro e in salute. Che tutti noi si possa vivere felici e in pace. 

E ora gentilmente lasciamo che l’attenzione si posi nuovamente sulle sensazioni del respiro. Inspirando accogliamo tutta la gentilezza amorevole che abbiamo coltivato, ed espirando lasciamo andare le paure, le preoccupazioni e tutte le cose che tratteniamo e che non ci fanno bene. Inspiriamo amore ed espiriamo tristezza e rabbia. Inspiriamo pace ed espiriamo confusione.

Inspiriamo amore ed espiriamo amore.

Siamo degni di darlo, e di riceverlo.

Che noi si possa vivere felici e in pace. 

Che tutti gli esseri viventi possano vivere felici e in pace.

Buone Feste. Qualsiasi cosa questo significhi per voi, auguri di cuore.

Carolina Traverso

BIO PROFESSIONALE Carolina è la fondatrice di Semplicemente Mindfulness. Psicologa e psicoterapeuta, si è formata all'insegnamento della mindfulness con Jon...

Twitter