Mindfulness Research Monthly ~ Issue 11, November: dolore cronico, frecce e quante ne sanno i Peanuts

Secondo il rapporto della International Association for the Study of Pain (IASP)  nel mondo un adulto su cinque soffre di una qualche forma di dolore cronico, percentuale che sale ad uno suo quattro in Italia.

Si tratta di una vera e propria malattia che comporta modificazioni a carico delle vie di trasmissione del dolore e che può diminuire in modo importante la qualità di vita sia sociale che lavorativa di chi ne è affetto, oltre a contribuire allo sviluppo di disturbi dell’umore e del sonno.

Lo studio pionieristico di Jon Kabat-Zinn nel 1982 è stato il primo a suggerire il valore del programma MBSR nel trattare il dolore cronico e l’edizione di novembre del Mindfulness Research Monthly (MRM) riporta i tre studi più recenti sull’argomento

David S. Black, curatore dell’MRM, commenta come nel loro insieme questi studi offrano un supporto limitato all’efficacia dell’MBSR (Mindfulness Based Stress Reduction) nel trattamento dei disturbi da dolore cronico, e sottolinea il bisogno di studi ulteriori per identificare sia le condizioni specifiche e i gruppi di età che hanno una maggiore probabilità di beneficiare dall’MBSR, sia come le componenti specifiche dell’MBSR sono correlate a cambiamenti del dolore, sottolineando che i ricercatori farebbero bene a misurare l’accettazione del dolore e non solo la sua intensità.

L’esperienza di insegnamento e pratica della mindfulness mi porta a sostenere calorosamente la posizione di Black: la componente di accettazione (da non confondere, come spesso grossolanamente accade, con la rassegnazione) è fondamentale per il benessere psicofisico di ognuno di noi e a questo proposito vi invito a leggere il bellissimo Sallena Sutta, o discorso del Buddha sulle due frecce, che illustra molto bene la differenza tra la sofferenza e la reazione ad essa.

Chissà, forse Charles Schultz l’aveva letto.

Carolina Traverso

BIO PROFESSIONALE Carolina è la fondatrice di Semplicemente Mindfulness. Psicologa e psicoterapeuta, si è formata all'insegnamento della mindfulness con Jon...

Twitter